Storie di Latte – SAM 2018 – Una storia al giorno – #18 – Sonia

Quando ho scoperto di essere incinta, ho da subito pensato che l’allattamento al seno, come anche il parto in casa e una gravidanza vissuta serenamente e intimamente sarebbero state parole chiave del mio percorso… ma quando alla prima ecografia i cuori che battevano erano due e non solo uno, ecco, tutti i miei programmi erano stati stravolti! Quando poi i miei piccoli sono nati prematuri, l’allattamento al seno mi sembrava non solo naturale, ma anche essenziale per poter garantire loro il miglior nutrimento possibile, oltre che poter recuperare quel pelle a pelle che con il cesareo d’urgenza ci era stato negato. I primi tempi sono stati più che difficili, quasi impossibili! Non sapevo come attaccare un bimbo al seno, figuriamoci due insieme!

Non ho trovato un supporto costruttivo in ospedale e più di una volta ho pensato di mollare… ma per fortuna sono estremamente testarda e allattarli al seno mi sembrava come l’unica scelta che potessi fare io, dopo un periodo in cui di scelte non ne ho avute (la preclampsia, il parto prematuro, il cesareo, l’ospedalizzazione, l’iniziale somministrazione di latte artificiale)… e allora con tanta pazienza e tenacia, cercando ogni mezzo di supporto immaginabile possibile (consultorio, ostetriche, libri, chiamate in preda al panico alla Lega del Latte, sessioni intere di video tutorial su YouTube, blog… e chi più ne ha più ne metta!) io e i miei piccoli abbiamo imparato a conoscerci, a far funzionare questo meraviglioso rapporto a tre! E ogni giorno, ogni poppata abbiamo acquisito fiducia, forza e tantissima felicità dall’allattamento al seno.

Prefissarmi dei termini (allattare per 3 mesi, allattare per 6 e ora ho l’obiettivo di arrivare a un anno, sperando poi di proseguire!) e capire al meglio come funzioni l’allattamento (ah, la magia del corpo femminile!) sono stati due metodi essenziali per acquisire fiducia…

Avere al fianco un partner, la famiglia e amici che mi sostenessero (in ogni momento e luogo) è stata la mia forza… gli occhi pieni di amore dei miei bimbi quando mi guardano mentre li allatto (in tandem, a tu per tu) sono stati la mia felicità… e posso solo dire che ad oggi amo allattare e non avrei potuto fare scelta migliore!

Vorrei essere di sostengo per altre mamme di gemelli e non che desiderano allattare al seno, pertanto mi rendo disponibile in qualsiasi modo per aiutare 😊 intanto spero che la mia storia possa essere d’aiuto e ispirare!

Sonia